Wat Sri Suphan: il tempio d’argento di Chiang Mai

Chiedete a un nomade digitale quali sono le sue città preferite e, il più delle volte ti risponderà che Chiang Mai è una di queste

A parte un clima piacevole e un basso costo della vita, ha altre cose per cui la Thailandia è famosa: ottima cucina e connessione internet veloce.

Chiang Mai è vicina al confine settentrionale della Thailandia, e, prima del cambiamento sulle politiche dei visti (nel 2016), era abbastanza facile per gli expats fare un visa-run in Myanmar e Laos.

Visitai per la prima volta Chiang Mai nel 2003, e ricordo di essere stato colpito dal mercatino notturno del Gran Bazaar, dove riempii ben due sacche da viaggio con eccezionale paccottiglia. Oggi è possibile visitare “i mercatini notturni” del venerdi, sabato e della domenica. Se ti piace fare shopping, Chiang Mai è da non perdere!

Chiang Mai è molto di più.

Uno dei templi più interessanti è Wat Sri Suphan, il tempio d’argento di Chiang Mai.

Situato lungo Wualai Road, appena fuori dalle mura della città vecchia (a sud di Chiang Mai Gate) , il tempio d’argento (l’ubosot o la sala delle ordinazioni) si trova nel tradizionale quartiere d’argento di Chiang Mai. Il tempio originale – costruito nel 1501 –  è scomparso da tempo, ad eccezione dei segni delle fondazioni attorno al santuario.

Pannelli e piastrelle in argento compongono l’ubosot: ogni minuscolo dettaglio è accuratamente sbalzati da artigiani presso l’Ancient Lanna Arts Study Center; infatti, quando ho fatto la mia visita, ce n’erano alcuni curvi sui pannelli, che facevano emergere  disegni da una superficie altrimenti piana.

Questo è ciò per cui sono conosciuti – opere d’arte con fini trame sollevate su di un sottile pannello argentato.

Wat Sri Suphan resta un importante centro per la trasmissione della tradizione della lavorazione dell’argento. Le nuove generazioni di argentieri usano tecniche tramandate nei secoli, producendo lamine sbalzate che mettono in risalto le loro abilità agli occhi degli abitanti dei villaggi.

L’interno è meraviglioso: oltre ad essere arricchito da numerosi bassorilievi che narrano delle vite di Buddha e del monaco Phra Malai, è possibile ammirare delle nicchie al cui inyterno sono inseriti diverse statuine di Gautama in Bhumisparsamudra.

Wat Sri Suphan
Wat Sri Suphan – Chiang Mai : di notte

Purtroppo, proprio all’ingresso c’è un cartello che dice “Alle donne non è permesso entrare nell’area dell’ordinazione”. Secondo altri il cartello limiterebbe l’accesso, poiché “Entrare in quest’area può deteriorare lo stato di conservazione del”interno della sala”. Tuttavia rappresenta un segno di discriminazione che limita il godimento di tale meraviglia.

Lo spettacolo del tempio si amplifica durante il sabato notte, quando è possibile ammirare gli spettacoli tutti intorno al tempio, preparati dai fedeli laici per intrattenere il pubblico dei mercatini notturni.

Quindi sì, anche se non tutti possono entrare dentro l’ubosot, ti suggerirei comunque di visitare Wat Sri Suphan. C’è molto da vedere intorno ad esso. C’è anche un monaco che può dare benedizioni – Io non sono un buddista, ma l’ho fatto.

Chi non ha bisogno di benedizioni, giusto? Se vuoi ottenere qualcosa di più, fai un tatuaggio sakoso (mistico),  presso un monaco. Un giorno potrei farlo anch’io!

Chiang Mai Silver Temple - by night.
Chiang Mai Silver Temple, by night.

Sei stato a Chiang Mai? Quale altro tempio consiglieresti lì?

Commenta qui sotto!

Lascia un commento

inviaggioconbuddha.org
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: