Ayutthaya in un giorno: one day-trip da Bangkok

Bangkok è uno degli Hub turistici più richiesti del sud est asiatico. Certo, è pieno di turisti; quando gli occidentali pensano al Sud Est asiatico, Bangkok sarà molto probabilmente la loro prima destinazione. È uno dei motivi per cui amo Bangkok come solo traveller, la multiculturalità della capitale rende necessaria sempre una nuova sosta. Non manca tuttavia il folklore  locale, per coloro che cercano un’esperienza “più autentica“, qualunque cosa possa significare per loro. Magari un tour ad Ayutthaya?

Di seguito troverete una lista di suggerimenti per pianificare una ‘gita fuori porta’ da Krung Thep (toponimo Thai per Bangkok):

  1. Ayutthaya: One Day Tour fai da te
  2. Suggerimento 1
  3. Suggerimento 2
  4. Suggerimento 3
  5. Suggerimento 4
  6. Fare un tour di gruppo nel parco storico di Ayutthaya
  7. Bang Pa-In Royal Palace
  8. Il mercato galleggiante di Ayutthaya
  9. Consigli finali su Ayutthaya
  10. Dove alloggiare in Ayutthaya

Se stai visitando Bangkok per più di un paio di giorni (leggi il mio post sui consigli per solo travellers in BKK) , ti invito ad approfittare di un day trip nel Regno di Ayutthaya, antica capitale del Siam, a solo un paio di ore da Bangkok. È molto facile fare un 1-day-tour ad Ayutthaya. Ecco come.

Ayutthaya: One Day Tour fai da te.

Veduta Aerea di Ayutthaya.
Veduta Aerea di Ayutthaya.

Sono andato per la prima volta ad Ayutthaya, un sito del patrimonio mondiale dell’UNESCO, nel 2003 per un viaggio fai-da-te. Ho preso una mappa dalla BTS, sono andato alla stazione Hua Lamphong e ho acquistato un posto in terza classe per circa 20 baht (voi non fatelo..è un massacro). Faceva un caldo disumano ed ogni genere di bene alimentare (anche vivo) troverà posto anche sulle tue ginocchia’.

La stazione ferroviaria non si trova nel centro città di Ayutthaya, ma oltre il fiume. Quando esci dalla stazione ferroviaria, vai direttamente sul lungofiume, troverai molte barche che attraversano in senso circolare Ayutthaya.

Suggerimento 1

Se vai in giro per Ayutthaya da solo, noleggia una bicicletta. Circa 50 baht per l’intera giornata. Dovresti lasciare una sorta di ID document (la patente va bene) come garanzia per la bici.

Se lo desideri, puoi anche partecipare ad un tour ciclistico culturale della città di Ayutthaya tramite Klook. Coprirai così Ayutthaya Historical Park, Pom Phet (noto come ‘Diamond Fortress’), Wat Phra Sri Sanphet, Wat Mahathat e altri siti.

Suggerimento 2

Noleggia la bicicletta dopo aver attraversato il fiume!  Eh Si!

Io ho affittato ho affittato la mia bici proprio di fronte alla stazione ferroviaria e ho finito per trascinarla in spalla giù per la ripida scalinata verso il molo, portandola sulla barca, e facendo di nuovo la stessa cosa, tornando indietro. Mossa grandiosa!

Suggerimento 3

Portati un berretto e della crema solare. Era il mese di dicembre quando ci andai per la prima volta e nonostante la mia pelle tenda al “dark brown” mi sono ustionato alla grande.

Ho finito per passare 2 ore in un ristorante solo per evitare il caldo, e ho dovuto comprare una mini tubetto di crema solare (too much expensive)  al 7/11 per evitare di bruciare.

Suggerimento 4

Non dimenticare di portare la tua mappa (lascia perdere lo smartphone, diventerà incandescente); userai sicuramente la mappa cartacea per andare in giro. Sono andato a vedere Wat Mahathat (testa di Buddha aggrovigliata nelle radici di un albero), naturalmente, e Wat Lokaya Sutha (Tempio del Buddha sdraiato, con il più grande Buddha sdraiato ad Ayutthaya) tra molti altri nel parco.

Alcuni hanno biglietti d’ingresso, altri no. Nessuno ha fatto pagare una tassa, però, da novembre 2016 al 31 gennaio 2017 in onore del defunto re.

Fare un tour di gruppo al parco storico di Ayutthaya

A novembre dell’anno scorso, ho avuto modo di fare un tour di  gruppo per Ayutthaya organizzato da Voyagin. Ho provato il loro Bangkok – Ayutthaya Historical Park Full Day Tour (senza la crociera). Il prezzo era ragionevole: US $ 45 a persona.

Scopri anche l’Ancient Ayutthaya Tour di Klook. Pick Up a Bangkok e proseguimento per Ayutthaya: Wat Yai Chai Mongkhon, mercato galleggiante di Ayutthaya, Wat Phra Si Sanphet, Wat Mahathat e Wat Chaiwatthanaram.

Di solito non facci mai tour di gruppo, ma come viaggiatore in solitario riconosco che è sicuramente il modo migliore per risparmia tempo e incontrare altri viaggiatori.

Sarai prelevato e riportato al tuo hotel, il pranzo a buffet è compreso, c’è una guida e, naturalmente, non dovrai preoccuparti su come arrivare e dove.

Dalle 9:00 alle 17:00, incluso il trasferimento, ecco i luoghi che abbiamo coperto: Palazzo reale di Bang Pa-In (il palazzo estivo della famiglia reale), Parco storico di Ayutthaya che comprendeva Wat Yai Chai Mongkhon (Il grande monastero della ‘Vittoria di buon auspicio’), Wat Mahathat (Monastero della Grande Reliquia) e Mercato galleggiante di Ayutthaya.

Bang Pa-In Royal Palace.

Padiglione Reale, Bang Pa-In Royal Palace, Ayutthaya area, Bangkok.
Thailand – Bang Pa-in Palace

Situato a mezz’ora dal parco storico di Ayutthaya, il palazzo reale Bang Pa-In è un grande complesso sul fiume Chao Phraya, considerato la residenza estiva della famiglia reale.

Il paesaggio e i giardini sono conservati in modo ragguardevole, e per un biglietto d’ingresso di 200 baht (incluso già nel biglietto per il tour di gruppo), si possono ammirare le bellissime strutture contaminate da stili diversi.

Una delle prime cose che vedrai dall’ingresso, ad esempio, è lo stupa ispirato all’architettura Khmer; prosegui ancora e vedrai uno splendido padiglione thailandese in mezzo al lago. Chiamato il padiglione Aisawan Dhiphya-Asana, durante le celebrazioni veniva utilizzato come area di raccoglimento della famiglia reale.

Puoi ammirare il padiglione dal ponte che fu ispirato da Ponte Sant’Angelo a Roma, o scattare foto della torre ispirata all’architettura portoghese. Ci sono anche strutture in stile cinese, tra molte altre.

Il parco storico

Dal palazzo reale, siamo andati all’attrazione principale: il parco storico di Ayutthaya. La guida ci ha raccontato la storia di due dei templi maggiori: Wat Yai Chai Mongkhon e Wat Phra Mahathat, e poi siamo stati lasciati liberi di girare come volevamo.

Testa di Buddha nel Wat Mahathat, Bangkok.
Testa di Buddha nel Wat Mahathat, Ayutthaya, Bangkok.

Quella che una volta era una delle città più ricche e più potenti dell’Asia, fu ridotta in rovine a causa di guerre (contro l’esercito birmano), avidità umana (saccheggi) e disastri naturali.

Fondata nel 1350, la seconda capitale del Regno del Siam (la prima fu Sukhothai, un altro parco storico davvero incantevole), ha goduto del massimo splendore fino al XVIII° secolo, quando l’esercito birmano la distrusse quasi completamente e ridusse la popolazione in schiavitù.

Mentre molte delle strutture sono in rovina, tuttavia c’è ancora una serie di templi ben conservati che puoi ammirare in tutto il parco, da stupa o chedi a immagini di Buddha e torri prang (in Khmer).

C’è un Buddha disteso in Wat Yai Chai Mongkhon, ma era molto più piccolo di quello di Wat Lokaya Sutha Ram, un gigante lungo 37 metri. È sul lato opposto di Wat Yai Chai Mongkhon e merita una sosta.

È possibile ammirare la testa di Buddha incastonata tra le radici degli alberi a Wat Mahathat. Tutti i visitatori di Ayutthaya si recano dritti qui, quindi è necessario aspettare un po ‘prima di poter scattare una foto. Ricorda solo una cosa: non puoi posizionarti al di sopra del Buddha, quindi devi accovacciarti quando ti poni di fronte ad esso.

Per maggiori dettagli sui molti, molti templi e altre strutture nel Parco storico di Ayutthaya, dai un’occhiata a questa mini guida – “Temples Ruins List”. È ancora una valida guida (anche se il design è molto ’90).

Il mercato galleggiante di Ayutthaya

Mappa del mercato galleggiante
Mappa del metrcato galleggiante di Ayutthaya

Avrei preferito soffermarmi più a lungo nel parco, magari passeggiando ; sfortunatamente, la solerte guida voleva che andassimo assolutamente al mercato galleggiante. Questo è stato ‘il pezzo’ che mi è piaciuto di meno.

Il mercato galleggiante di Ayutthaya è la classica trappola per i turisti. Niente in quel posto era autentico. Siamo stati condotti all’ingresso dove dovevamo metterci in fila per entrare nelle barche, ma di nuovo, ho implorato, sapendo cosa avrei visto lì.

Gli occidentali nel nostro gruppo (due coppie) erano inizialmente eccitati; poi ha implorato quando hanno saputo che c’era una tassa (200 baht a persona, non inclusa nel tour). Le altre due coppie (asiatiche) le hanno spinte, e mentre le aspettavo, sono andato in giro.

Quando il nostro gruppo tornava ad essere compatto, la nostra guida ci conduceva in un nuovo posto (sempre nella stessa area) dove potevamo salire su di un elefante per altri 200 baht a persona. Attrazione pensata e arrangiata appositamente per un ‘mitico selfie’, agognato dalle coppie asiatiche.

Ero davvero tentato di chiedere loro di non farlo; ci sono state innumerevoli critiche su come gli elefanti (e le tigri) sono trattati nell’industria del turismo in Thailandia (pensate che una turista coreana è salita sull’elefante con tacchi e ombrellino da sole, ovviamente martoriando con entrambi la coriacea pelle del pachiderma..). I turisti adorano questa esperienza, non conoscendo gli abusi che subiscono gli animali durante il processo di addestramento.

La sella da sola può pesare più di 100 chili; insieme alla coppia più il mahout (il “conducente”), puoi immaginare quale fardello debba sopportare l’elefante e quanto sia faticoso per l’animale lavorare tutto il giorno.

Ho inviato un’email a Voyagin a proposito di questa esperienza e ho suggerito loro di collaborare con quei tour operator che non coinvolgono le attrazioni animali nei loro tour. Capisco che la gente desideri un’esperienza che coinvolga elefanti e tigri, ma come possiamo essere certi di un trattamento etico?

Consigli finali su Ayutthaya.

Come viaggiatore in solitaria, amo avere il controllo del mio tempo e del mio itinerario. Quando ho visitato Ayutthaya da solo nel 2003, ho visto molto di più del parco, e sono andato solo in quei posti che desideravo davvero vedere.

Tuttavia, può essere ripetitivo e caldo, e probabilmente non è una grande idea se viaggiate con la famiglia. (A meno che non siate una di quelle famiglie nomadi che ammiro molto).

Quindi ti consiglio un tour di gruppo come quello offerto da Voyagin se riesci a scendere a qualche compromesso.Ti farà risparmiare tempo ed energie, e ti darà molte più informazioni di quelle che potresti trovare da solo.

Faglielo sapere – niente elefanti che cavalcano, niente tigri sedate (anche se, naturalmente, questo non era incluso nel pacchetto).

Proviamo ad essere viaggiatori responsabili; se nessuno sale su quelle giostre, il giostraio magari inizierà a pensare di cambiare mestiere.

Dove alloggiare.

Se decidi di pernottare ad Ayutthaya, ci sono molte opzioni. Puoi cercare offerte vantaggiose su Agoda per la scelta del tuo alloggio.

Lascia un commento

inviaggioconbuddha.org
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: